Bonus alle mamme che tornano al lavoro

Hand von einem Baby mit Geld

Le mamme che torneranno al lavoro dopo la maternitĂ  riceveranno 200 euro netti al mese per tre anni.
L’ha deciso Luca Menini, amministratore delegato di Sintecnica, una società di Cecina che si occupa di ingegneria civile e industriale.
Il provvedimento è entrato in vigore dallo scorso 1 agosto, con il nome di Sintecnica family, per ribadire il valore e l’importanza della famiglia.

A questo proposito, Eitan Garbawy, project manager e business develop aziendale, ha commentato così questa iniziativa, postandola su Linkedin: “Sono stato letteralmente travolto dai commenti positivi di molti professionisti . Uno di quelli che mi ha colpito maggiormente più spiegava come investire sui propri dipendenti sia fondamentale per far crescere l’azienda riesca ad essere un esempio positivo. Qualcuno ha anche chiesto quante fossero le madri in questa condizione e se questo fosse un incentivo per farle rientrare prima dal part-time. La risposta è che in Sintecnica ci sono 5 mamme su 45 dipendenti, circa l’11% e tre di queste hanno neonati di età inferiore agli 8 mesi. Le mamme, poi, godono del bonus più le ore di riposo per allattamento. Il bonus è nato, infatti, per coprire i costi dell’asilo 0-3 e Sintecnica ha anticipato l’orario di uscita per permettere alle famiglie di riunirsi prima di sera”.

Ma, ci chiediamo, è una buona notizia o no?
Da un lato, lo è sicuramente per le dipendenti di Sintecnica, che vedono la qualità della loro vita alzarsi concretamente, ma dall’altro rimane l’amarezza e la consapevolezza che si tratta di una goccia nel mare.

Se, infatti, una notizia del genere fa discutere e raccoglie visualizzazioni da record, è perché si tratta di una rarità, quando, invece, dovrebbe trattarsi di una normale prassi aziendale. Ma in Italia i tempi sono ancora acerbi per una parità simile, e le conseguenze più evidenti sono la diminuzione della natalità e l’aumento vertiginoso della percentuale delle donne che disoccupate.

Che siano mamme, o desiderose di diventarlo, poco importa: rappresentano comunque un intralcio.

Vera MORETTI

 

Ti piace questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!